5 modi per tornare indietro dopo aver detto la cosa sbagliata


Non ho guadagnato il soprannome di "Tourette" per le mie grandi capacità di conversazione. Se c'è un modo per offendere accidentalmente qualcuno, lo troverò. Ecco alcuni dei miei preferiti:

Mia figlia Katherine prende il nome da mia nonna e la mia bisnonna, due donne molto forti nel nostro albero genealogico che volevo festeggiare in nome della mia ragazza. Quando ho portato Katherine a incontrare il suo insegnante di terza elementare, l'insegnante le ha chiesto: "Come ti piacerebbe essere chiamato?"

Lei rispose: "Katie".

Preso alla sprovvista, ho immediatamente replicato: "No! No, no, no! … Non vuoi essere chiamato Katie! … Katherine è molto più sofisticata. "Continuavo a ripetere perché non avrebbe dovuto chiamarsi Katie. (Mi piace il nome Katie per ogni Katie che sta leggendo questo, ma sono stato attaccato a Katherine per motivi legati al patrimonio.)

Quello che non avevo capito è che il nome dell'insegnante era Katie.

Alcune estati fa, mi sentivo depresso e letargico, quindi avevo fatto tutti i tipi. Il mio medico mi ha detto che i miei livelli di vitamina D erano molto bassi, quindi sarebbe utile prendere un po 'di sole e non indossare la protezione solare. Alcune settimane dopo, ero in piscina a guardare un poster per Banana Boat Sunscreen 1075 o qualcosa del genere. C'era questo ragazzo sotto un ombrello e il poster diceva: "Stai al sicuro quest'estate e proteggiti".

Mi sono girato verso la donna dietro di me e ho detto: "Sai, non ci credo perché quando hai voglia di schifo, allora dico di friggerti e correre le tue possibilità!"

Mi guarda negli occhi per un momento e poi dice: "Sono un sopravvissuto".

"DI CORSO che sei!" Penso a me stesso, perché vorrei solo aprire la bocca e dire qualcosa di così stupido a qualcuno che è sopravvissuto a un mortale cancro della pelle.

L'estate scorsa stavo leggendo il fantastico libro di Anneli Rufus (che è appena uscito in edizione economica). Dato che Rufus è uno di noi, capisce l'auto-flagellazione a cui partecipiamo quando usiamo la lingua inglese in modi che non giovano a noi o all'altra persona.

Avevo appena offeso un'altra persona. Vedi, quando sono nervoso, il tasso di insulto a qualcuno triplica perché qualunque cosa io stia pensando in questo momento scorre naturalmente fuori dalla mia bocca. Il filtro TINY (visto solo al microscopio) che I DO ha è stato rimosso. Mi stavo preparando a nuotare con altre 600 persone pazze e ho visto un ragazzo con cui navigavo più di 15 anni fa. A quel tempo, aveva una chioma piena di capelli. Sorpreso di vedere che era completamente calvo, ho sbottato fuori, "Meno male che ti sei rasato per il nuoto." Era fuori dalla mia bocca prima che potessi riprenderlo.

Ho scritto a Rufus e le ho detto quanto il mondo avesse bisogno del suo libro. (Devi anche controllare che abbia scritto e sopravvissuto a qualcuno che è morto per suicidio.) E poi le ho detto che era difficile smettere quando continuo a dire cose così stupide.

Rise della mia storia calva e disse che era anche conosciuta per mettersi il piede in bocca … anche in una lingua straniera. Lei scrisse:

In un hotel economico in Spagna, ho scoperto che l'asciugamano che ci era stato dato era solo un asciugamano mezzo – strappato a metà per qualche motivo. Volendo un asciugamano a grandezza naturale, ho portato questo diviso in due nella hall, dove un impiegato era seduto su una sedia dietro la scrivania. Radunando il mio fantastico spagnolo del liceo, sollevai l'asciugamano diviso in due e dissi a quest'uomo:

"Lo siento, pero es pequeño." (Come probabilmente saprai: "Mi dispiace, ma è piccolo.")

Guy si alza dalla sedia, rivelando (come non avevo mai visto prima) CHE HA IL DWARFISM ed è alto circa un metro e mezzo.

Ho detto "es pequeño" a un ometto. Questo mi annoia ancora tra 20 anni.

Quindi, un anno dopo, ancora afflitto da questa afta epizootica, ho chiesto a Rufus alcuni suggerimenti su come andare avanti quando vuoi mettere una borsa marrone permanente sopra la testa che dice: "Sei più sicuro se la borsa resta acceso. ”Ecco il suo saggio consiglio:

1. So che sei in buona compagnia

"Renditi conto che ogni persona che sia mai vissuta è stata su questa stessa barca", afferma Rufus. "Ad un certo punto, la regina Elisabetta e George Clooney e tutti i presidenti si sono sentiti esattamente come ti senti, contorcendosi sul divano con le loro teste sepolte nei cuscini, lamentandosi: Whyyyyyyyyy?"

2. Sei una persona di buon cuore

Rufus spiega: “Renditi conto che il rimpianto e il dolore che provi a causa di questo piccolo errore rivelano che persona di buon cuore sei. Ricorda che hai detto questa cosa ora rimpianta senza cattive intenzioni. Non intendevi il modo in cui è uscito, e non intendevi assolutamente nessun danno. In effetti, forse lo intendevi anche come elogio. Certo, è venuto fuori male, ma in fondo sei una brava persona che generalmente intende dire cose buone agli altri. Quindi renditi conto che certe persone là fuori sono persone cattive che si divertono nel dire cose cattive, orribili e dolorose ad altri. Queste persone cattive dicono cose cattive di proposito senza rimpianti! Non sei uno di questi. Sei una brava persona, una persona gentile e ben intenzionata che ha fatto un piccolo errore. "

Questo punto mi ha ricordato qualcosa che il mio mentore mi ha appena detto l'altro giorno: "Anche quando l'uomo giusto fa la cosa sbagliata, tutto andrà bene." Essere "l'uomo giusto", significa avere la giusta intenzione o avere un cuore puro. "Dici sempre la cosa sbagliata, senza offesa", mi disse. "Ma tu sei l'uomo giusto, quindi andrà tutto bene."

3. Modifica

"C'è un modo per fare ammenda?" Chiede Rufus. “È possibile fare ammenda senza metterci il piede ancora più profondamente? Potrebbe una piccola nota personale – un'e-mail, un messaggio di testo o il tipo scritto a mano della vecchia scuola – mostrare alla persona offesa quanto ti dispiace? Mia madre è stata grande per fare piccoli doni in tali situazioni, con note "scusate". Per me, e-mail o appunti scritti sono meglio che farlo di persona perché, come ho detto, se sono nervoso, qualunque cosa stia pensando sarà detto, che di solito non aiuta le cose.

4. Rilascia la roccia

"Fai ciò che i buddisti suggeriscono e" lascia cadere la roccia ", dice Rufus. "Sì, hai detto qualcosa di spiacevole e terribile, ma il passato è passato e il rimpianto è tossico, quindi saluta il tuo errore e lascialo andare." Nel mio video, ho riempito uno zaino con pietre dell'Accademia navale per rendere l'analogia visiva dell'onere della colpa per le rocce pesanti. Quello che non ho preso in considerazione è stato come riportare le pietre all'Accademia perché ora la loro sicurezza lo rende impossibile.

Per Rufus: “Considera di ritualizzare questo: letteralmente far cadere una roccia in uno specchio d'acqua o semplicemente sul terreno, magari calciandolo … mentre dici o penso: 'Cercherò di essere consapevole di tutto ciò che dico, ma sono non perfetto perché nessuno lo è. Quindi addio a una dichiarazione deplorevole. Addio.'"

Uno studio dell'UCLA condotto da, ha scoperto che etichettando i nostri sentimenti – allegando determinate parole a loro – possiamo. La risonanza magnetica funzionale (fMRI) mostra che quando verbalizziamo i nostri sentimenti, l'attività nella parte dell'amigdala del cervello, il nostro centro di paura, si riduce e c'è più attività nella corteccia prefrontale destra, che è in grado di elaborare le emozioni su un livello più sofisticato (cioè sbarazzarsi della borsa marrone).

5. Invia pensieri o preghiere amorevoli

Questo lo faccio già. Prego quasi sempre per la persona che ho offeso. Potrei persino andare in chiesa e accendere una candela votiva per loro (tutti 4.576). "Se credi in qualsiasi tipo di comunicazione psichica o paranormale, prova a inviare buoni pensieri, pensieri correttivi, pensieri apologetici e / o pensieri curativi alla persona che pensi di aver fatto del male", spiega Rufus. “Immagina che in qualsiasi forma o colore ti sembri più significativo. Immagina che l'altra persona assorba e sia lenita da questi pensieri, anche se sa davvero che provengono da te. ”

Unisciti alla conversazione, la nuova comunità della depressione.