Le malattie sessualmente trasmissibili aumentano nettamente tra gli americani più anziani


Se pensi che i giovani siano i soli a ricevere infezioni a trasmissione sessuale – spesso chiamate malattie sessualmente trasmissibili o malattie sessualmente trasmissibili – ripensaci. Secondo, il numero di casi è aumentato del 164% tra gli americani di età pari o superiore a 55 anni tra il 2014 e il 2018, mentre i casi sono aumentati del 120% in questa popolazione e sono aumentati dell'86%.

Il numero effettivo di è molto più alto tra gli adolescenti e gli adulti più grandi di vent'anni che negli adulti di cinquant'anni e sessanta. Ad esempio, nel 2018 sono stati segnalati 1.420.838 casi di clamidia tra le persone di età compresa tra 15 e 29 anni, rispetto a 14.867 casi tra adulti di età pari o superiore a 55 anni.

Ma il forte aumento delle malattie sessualmente trasmissibili tra gli adulti più anziani nel giro di cinque anni mostra che i baby boomer e la generazione più anziana dei boomer, a volte chiamata generazione silenziosa, hanno tanto bisogno di praticare il sesso sicuro quanto le loro controparti più giovani.

RELAZIONATO:

Pssst, passalo sopra: la sessualità continua per tutta la vita

Aspetta cosa? Le persone anziane non dovrebbero dilagare su tutte le cose del sesso?

"Assolutamente no", afferma un docente del Seattle University College of Nursing di Washington, autore di un precedente documento sulle infezioni a trasmissione sessuale negli anziani .

"È un mito che invecchiando diventiamo meno sessuali. Gli studi dimostrano che continuiamo una serie di attività sessuali in età avanzata ", afferma il dottor Johnson.

RELAZIONATO:

Cosa c'è dietro l'aumento drastico delle infezioni?

Se le persone anziane sono sempre state sessualmente attive, cosa sta guidando l'aumento relativamente nuovo delle malattie sessualmente trasmissibili? Parte di ciò è semplicemente che il reporting è diventato più accurato. Ma ci sono altri fattori che spingono i numeri verso l'alto, afferma il professore di ostetricia e ginecologia e medicina-geriatria all'Università di Chicago Medicine in Illinois e direttore di un sito web educativo su donne e sesso.

Tali fattori includono:

  • Gli uomini sono in grado di rimanere sessualmente attivi più a lungo a causa di farmaci per la disfunzione erettile, ad esempio.
  • Per le donne, i lubrificanti o le creme idratanti possono rendere più confortevole il sesso postmenopausale, quindi anche loro possono rimanere sessualmente attivi più a lungo. Nuovi farmaci, come e, stanno anche uscendo per curare le donne con bassa libido, ma questi farmaci non sono stati approvati per le donne dopo la menopausa.
  • C'è una generale mancanza di comprensione nella popolazione anziana su come le malattie sessualmente trasmissibili possono diffondersi. Le persone potrebbero non sapere che possono essere infettate attraverso il sesso orale e anale, nonché i rapporti vaginali. E poiché non c'è più paura della gravidanza in questa fascia d'età, l'uso del preservativo può sembrare meno importante.
  • Gli adulti più anziani che vivono o che possono ritirarsi nelle comunità in luoghi più caldi possono essere meno isolati e avere maggiori probabilità di uscire e fare sesso. "Vediamo il raggruppamento di malattie sessualmente trasmissibili e tassi più elevati in alcuni climi più caldi come la Florida, dove vi sono concentrazioni più elevate di persone anziane", afferma il dott. Lindau.
  • Mentre il divorzio segna la fine dell'attività sessuale per alcuni adulti più anziani, per altri potrebbe essere l'inizio della datazione di nuovo dopo un lungo periodo di monogamia. Tuttavia, coloro che non frequentano da molti anni possono sentirsi a disagio a parlare con i loro partner e il proprio operatore sanitario del sesso sicuro.

Oltre a queste tendenze sociali, ci sono alcuni motivi fisici per cui gli adulti più anziani sono più sensibili alle infezioni a trasmissione sessuale, tra cui:

  • Più a lungo viviamo, più possibilità abbiamo di avere una condizione di salute che indebolisce il sistema immunitario (come il cancro e il trattamento per affrontarlo) e aumenta il rischio di contrarre un'infezione.
  • Quando le donne perdono estrogeni a causa della menopausa, possono causare, rendendole vulnerabili alle microabrasioni. Ciò può aumentare la suscettibilità alle malattie sessualmente trasmissibili, in particolare e ad altre infezioni ematiche.

RELAZIONATO:

Non essere soddisfatto degli STD

Mentre alcune malattie sessualmente trasmissibili sono facilmente curabili, altre no. E anche le infezioni che sono curabili spesso non causano sintomi che ti spingano ad andare dal medico, motivo per cui lo screening è così importante per le persone con partner nuovi o multipli.

Se non diagnosticati e trattati, alcune malattie sessualmente trasmissibili – in particolare – possono causare nelle donne e aprire ferite nel tratto genitale da qualsiasi causa aumenta il rischio di trasmissione dell'HIV.

E anche se l'HIV e può essere controllato oggi con terapie farmacologiche, non sono ancora facili da gestire.

Con l'aumento della resistenza agli antibiotici, alcune delle malattie curabili oggi potrebbero non essere così semplici da curare in futuro. Ecco perché la prevenzione è l'approccio migliore per qualsiasi infezione a trasmissione sessuale.

RELAZIONATO:

Sintomi a cui prestare attenzione

Consultare immediatamente un medico se si sviluppa uno dei seguenti sintomi, che potrebbero essere correlati alle malattie sessualmente trasmissibili,:

  • Bruciore o prurito nel pene o nella vagina
  • Un cattivo odore vaginale o sanguinamento inspiegabile dalla vagina
  • Scarico giallastro o acquoso dal pene o dalla vagina
  • Dolore pelvico
  • Dolore alla vagina durante la penetrazione sessuale
  • Ferite, protuberanze o vesciche nella vagina, nel pene, nell'ano o nella bocca
  • Bruciore e dolore nel pene o nella vagina con la minzione o nel retto con movimenti intestinali
  • Minzione frequente e movimenti intestinali

Protezione, prevenzione e comunicazione

Può essere abbastanza spaventoso rientrare nel pool di appuntamenti quando sei più grande senza doversi preoccupare anche delle infezioni a trasmissione sessuale. Puoi, tuttavia, ridurre il rischio personale di malattie sessualmente trasmissibili – e l'ansia che potresti provare nei loro confronti – assicurandoti di essere informato e di agire su tali informazioni.

preservativi L'uso durante l'attività sessuale è estremamente importante per prevenire la diffusione dell'infezione. Tuttavia, gli uomini più anziani potrebbero non avere abbastanza erezioni per usare efficacemente il preservativo, nel qual caso il preservativo potrebbe scivolare via. In tal caso, potresti voler dare farmaci per la disfunzione erettile o pompe per vuoto, provalo. C'è anche un preservativo (interno) femminile, che una donna può inserire nella sua vagina prima dell'attività sessuale.

Selezione Lindau consiglia di sottoporsi a screening per le malattie sessualmente trasmissibili se stai iniziando una nuova relazione sessuale in cui tu o il tuo partner avete più di un partner; se ha sintomi suggestivi di MST; se ha fattori di rischio per l'HIV e non è stato testato nei sei mesi precedenti; se hai fatto sesso senza preservativo con una persona di cui non conosci la storia; o se sei stato vittima di violenza sessuale o stupro e non sei stato testato dall'assalto.

Lubrificante vaginale Le donne possono ridurre l'attrito vaginale con l'obiettivo di aumentare il comfort e ridurre il rischio di lacrime con l'uso di una crema o lubrificante da banco, come un acido ialuronico o un prodotto in policarbofilo, per persona.

"La magrezza vaginale può essere migliorata con l'uso di un prodotto di estrogeni vaginali su prescrizione, come una crema, un anello, una compressa o una supposta o una supposta DHEA", afferma Lindau.

Comunicazione Parla francamente con il tuo medico e il tuo partner di rischi e storie. "È davvero importante che i partner sessuali più anziani comunichino il più apertamente possibile e gli operatori sanitari dovrebbero sempre valutare il rischio di malattie sessualmente trasmissibili tra gli adulti più anziani", afferma Johnson.

Lindau aggiunge: “Abbiamo ottime prove da studi ripetuti che esaminano la comunicazione medico-paziente sul sesso nella vita tra la fine e la mezza età. I medici di solito ne parlano meglio con gli uomini, ma nel complesso i tassi sono ripetutamente bassi. Le persone di tutte le età apprezzano la loro funzione sessuale e noi non la trattiamo come un aspetto essenziale della salute. Se potessimo cambiare il modo in cui i medici pensano alla funzione sessuale nella vita successiva, potremmo eliminare molte sofferenze inutili ".